I tuoi scaffali sono pieni, il tuo congelatore è sovraccarico e i tuoi pomodori, bacche e verdure si stanno avvicinando alla loro data di scadenza. Cosa fare? Questo è il momento perfetto per provare l’inscatolamento e altre semplici tecniche di conservazione degli alimenti—e sono più facili di quanto si possa pensare. Esperimento con alcuni dei seguenti:

Inscatolamento

L’inscatolamento del bagno d’acqua è relativamente semplice ed a differenza dell’inscatolamento di pressione, non richiede l’attrezzatura speciale. Dovrebbe essere usato solo per alimenti ad alto contenuto di acido, come i pomodori-le miscele ad alto contenuto di acido sono più resistenti ai batteri. Se stai usando verdure a basso contenuto di acido come cetrioli o fagiolini, usa una salamoia per aumentare l’acidità. Per i metodi shelf-stable, il livello di pH dovrebbe essere inferiore a 4.6; testare gli alimenti che stai conservando con una striscia di carta pH per essere sicuri. Utilizzare barattoli e coperchi Mason o Ball, non barattoli riciclati, per garantire la migliore tenuta ed evitare fessurazioni durante il riscaldamento. I barattoli di pinta sono migliori per i principianti poiché le quantità più piccole riscaldano in modo più uniforme e completo.

Migliore per: pomodori, verdure in salamoia (cavolfiore, cetriolo, carote, rape, ravanelli, fagiolini, barbabietole).

Come: sterilizzare barattoli e coperchi immergendoli in acqua bollente per alcuni minuti, o farli passare attraverso la lavastoviglie sull’impostazione più calda. Foderare il fondo di una pentola grande e pesante con un canovaccio pulito. Portare a ebollizione una seconda grande pentola d’acqua. Mentre l’acqua bolle, prepara gli alimenti:

  • Per i pomodori: sbollentare prima per rimuovere le bucce, tritare grossolanamente, aggiungere 1 cucchiaio di succo di limone e cuocere per cinque minuti fino a quando non si ammorbidisce. Versare i pomodori e il succo in barattoli sterilizzati-utilizzare un imbuto per evitare che il cibo si rovesci sui fili e interferisca con il sigillo—e lasciare circa 1/2 pollice di spazio nella parte superiore. Eseguire una spatola di gomma sterilizzata intorno all’interno dei vasi per rimuovere le bolle d’aria e avvitare i coperchi.
  • Per le verdure in salamoia: unire parti uguali di aceto e acqua (aceto di vino bianco, aceto di riso o aceto di sidro di mele sono i migliori) in una piccola pentola per fare una salamoia. Aggiungere sale e portare a ebollizione. Tagliare i cetrioli e tagliare le verdure in pezzi da 1/2 di pollice e imballare saldamente in barattoli sterilizzati. Coprire con salamoia calda, lasciando 1/2 pollice di spazio nella parte superiore e avvitare i coperchi.

Stare in vasetti riempiti e sigillati nella pentola foderata di asciugamani e riempire la pentola con acqua bollente, assicurandosi che l’acqua copra completamente i vasetti. Far bollire per 10-15 minuti, aggiungendo più acqua bollente se necessario per mantenere i vasi sommersi. Spegnere il fuoco e lasciare riposare per 10 minuti, quindi rimuovere i barattoli e lasciare raffreddare per 12 ore. Dopo il raffreddamento, controllare le guarnizioni premendo verso il basso sul centro di ciascun coperchio. Se il coperchio si apre, non è sigillato; basta conservare in frigorifero.

Decapaggio rapido

Se l’inscatolamento del bagno d’acqua è troppo coinvolto e hai un po ‘ di spazio extra in frigorifero, prova il decapaggio rapido. Questo metodo (chiamato anche decapaggio frigorifero) è veloce e facile, e perché utilizza una salamoia per ridurre il pH, è appropriato per una varietà di verdure. Mentre gli alimenti in salamoia rapida non sono stabili, questo metodo può prolungare la vita di molte verdure di giorni o settimane.

Ideale per: cetrioli, cipolle, cavoli, fagiolini, carote, zucchine, ravanelli, barbabietole.

Come: tagliare e tagliare le verdure e imballare saldamente in vasetti puliti, aggiungendo erbe, spezie, aglio o pepe per aromatizzare e lasciando 1/2 pollice di spazio dalla parte superiore del barattolo. Versare la salamoia bollente sulle verdure per coprire completamente e avvitare i coperchi. Lasciare raffreddare a temperatura ambiente, quindi conservare in frigorifero per 24-48 ore prima dell’uso. Conservare in frigorifero fino a un mese.

Related: Canning Tips& Trucchi

Conserve

Marmellate, creme spalmabili, conserve e chutney sono il modo migliore per prolungare la durata di conservazione dei frutti. Bacche, pesche, arance e altri frutti possono essere inscatolati usando il metodo del bagno d’acqua se lo spazio limitato del frigorifero è un problema. Oppure puoi fare semplici conserve di frigorifero. L’aggiunta di zucchero aumenta l’acidità, prolungando la durata di conservazione.

Ideale per: bacche, mele, pere, pesche, ciliegie, albicocche, arance, prugne.

Come: unire la frutta tritata o le bacche schiacciate con lo zucchero di canna non raffinato in una pentola media e cuocere fino ad addensato; aggiungere spezie come cannella, cardamomo o vaniglia per un sapore extra. Per i chutney di mela o pera salati, utilizzare aceto, zenzero, aglio e spezie. Utilizzare il metodo di conservazione a bagnomaria per conserve stabili. Per le conserve del frigorifero, versare le conserve calde in barattoli di pinta puliti, avvitare i coperchi e lasciare raffreddare prima di riporli in frigorifero. La maggior parte delle conserve del frigorifero durerà da tre a sei settimane dopo l’apertura, a seconda dell’acidità del frutto o della quantità di zucchero che si utilizza nella miscela.

Disidratazione

Questo è uno dei modi migliori per conservare verdure, erbe o frutti duri come mele e pere. È meglio e più facile con un disidratatore; la maggior parte sono relativamente poco costoso, e si possono trovare piccole, versioni semplici per un minimo di 4 40. Oppure puoi usare un forno sull’impostazione più bassa, idealmente sotto i 180 gradi.

Ideale per: mele, pere, zucchine, broccoli, cipolle, funghi, peperoni, melanzane, cavoli, cavoli, erbe aromatiche.

Come: affettare sottilmente gli alimenti con un coltello affilato o un mandolino, disporli in un unico strato su vassoi disidratatori e asciugare per 8-16 ore a seconda del cibo. Oppure disporre su fogli di cottura rivestiti in pergamena e disidratare in un forno sull’impostazione più bassa per 6-10 ore. Le erbe possono essere asciugate all’aria; basta legarle in un fascio con spago e appenderle in un luogo fresco e buio, lontano dal sole diretto per mantenere il colore e il sapore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *