Foto

Credito Joyce Hesselberth

la Datazione è difficile. Incontri quando si è in sovrappeso è più difficile. Incontri quando sei un grosso tizio con una grave malattia mentale è quasi impossibile.

Foto

Michael HedrickCredit

ho avuto un po ‘ di successo di incontri in quasi 10 anni ho vissuto con la schizofrenia. Ma ci sono molti ostacoli. Schizofrenia è una parola terrificante per molte persone. Evoca idee di intento omicida, mancanza di controllo e una miriade di altre cose spaventose.

Vivo con questa parola, però; Io sono la parola. Ma non è una parola che si può solo cadere in una conversazione e seguire con “Non è un grosso problema, anche se.”

Mi sembra di innamorarmi facilmente, ma è sempre con le donne che non si sentono allo stesso modo su di me. Ho visto più rifiuto di quanto mi interessi ammettere, mettendomi in gioco in quel modo, ed è stato un lavoro di routine per me non lasciare che le mie emozioni abbiano il meglio di me.

Se non è un rifiuto definitivo, sembra essere qualcos’altro che sembra sempre accadere.

Ricordo una data in cui sono andato alcuni mesi fa. Era una grande donna con i capelli biondi e gli occhi che aveva quello squinty” Sto fino a nulla di buono ” sguardo. Ci siamo incontrati nel corso Partita.com, e sono rimasto colpito da quanto tempo ha trascorso andando a spettacoli di Phish. Il suo profilo è stato sparso con un certo numero di band che avevo amato in diversi punti della mia vita.

Era un’insegnante, e ha menzionato nel suo profilo qualcosa sulla falsariga del fatto che a causa del suo amore per le scintille, le arti e i mestieri e gli arcobaleni, era una bambina di 6 anni nel corpo di una donna. Prima che me ne rendessi conto, le chiedevo se voleva andare a prendere una birra. Ha detto di sì, un po ‘ troppo avidamente ho pensato.

Sono arrivato al ristorante circa 15 minuti prima e ho ordinato una birra, preoccupato sapendo che alla fine avrei dovuto dirle della mia malattia. Ben presto entrò, e sono rimasto colpito dal fatto che sembrava un po ‘ deluso di essere lì. Non c’era sorriso mentre si sedeva per unirsi a me.

Ho chiesto come stava e, dopo quasi 45 minuti, ho sentito che sapevo quasi ogni dettaglio della sua vita. Aveva ordinato un divano che era troppo grande per il suo salotto. Aveva una perdita di tubature nel suo appartamento. Aveva trascorso il suo fine settimana facendo onesies tie-dye per la nipote neonato. Avevo appena detto una parola.

Alla fine mi ha chiesto cosa facevo per vivere, e le ho detto che scrivo di malattie mentali. Quello che è venuto dopo sono state le domande inevitabili: Come ho fatto a entrare in quello? Ho avuto esperienza personale?

A quel punto non ho avuto altra scelta che rivelare la mia diagnosi, e dopo un viaggio in bagno per raccogliere se stessa, è tornata con altre domande. Ero pericoloso? Avevo mai ucciso qualcuno? Inutile dire che la data era finita poco dopo.

A volte lo stigma della malattia mentale è un insuccesso. Altre volte ho notato che sono io che non riesco a prendere l’idea di essere in una relazione.

Un altro primo appuntamento diversi mesi dopo, con una donna con i capelli neri che ha lavorato in Americorps. e ‘ andata meglio. Avevamo iniziato a parlare su OkCupid circa i nostri comici preferiti, poi incontrato in una sala degustazione birreria. Le cose stavano andando bene, e la mia rivelazione a lei sulla mia malattia mentale è stata seguita dall’inevitabile viaggio in bagno. Tornò, però, e mi disse che aveva lottato con un caso piuttosto grave di ansia. Se non altro avevamo questo in comune.

Abbiamo mandato un sms avanti e indietro per diversi giorni dopo, ma questa volta ho notato che ero io che non potevo prendere l’idea di essere in una relazione. Che fosse la paura al pensiero di essere impegnato con qualcun altro, la vulnerabilità cruda di essere così vicino a qualcuno, la sensazione di essere sopra la mia testa, o solo il fatto che la scintilla non c’era, l’ho finita. Non sono ancora del tutto sicuro del perché. Era fantastica, e mi sento ancora in colpa per questo.

La fiducia è un problema importante per me, il punto cruciale dei miei sintomi quotidiani ruota intorno alla paranoia che le persone mi giudicano e mi prendono in giro, quindi fidarsi di qualcuno di nuovo che velocemente è, nei termini più semplici, estremamente difficile.

In cima a quello, uno dei principali ostacoli di vivere con la schizofrenia è il fatto che se mi sento sopraffatto, tipo di andare un po ‘ stravagante. I picchi di paranoia, e posso ritirarsi in una nebbia di depressione che può durare per mesi. Di solito accade con la pressione del lavoro, ma le relazioni sono un’enorme fonte di stress. E ‘ difficile anche solo pensarci. Dire che ho paura sarebbe un eufemismo. Contendere con l’elefante della schizofrenia che si trova nel mezzo della stanza non è mai divertente.

Mi piacerebbe sposarmi un giorno, ma per ora ho fatto ricorso al mantra, ” Non inseguire le persone, continua ad essere fantastico e attirerai la persona giusta.”

Mi piacerebbe lasciare che accada naturalmente.

Michael Hedrick è uno scrittore a Boulder, Colo. Il suo libro “Connections” è disponibile all’indirizzo: https://www.createspace.com/3426326 e lo puoi trovare su twitter @ thehedrick.

Per ulteriori notizie di fitness, cibo e benessere, “Mi piace” la nostra pagina Facebook.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *