Che cos’è una politica monetaria contrattiva?

Una politica monetaria contrattiva è un tipo di politica monetaria che ha lo scopo di ridurre il tasso di espansione monetaria per combattere l’inflazioneinflazionel’inflazione è un concetto economico che si riferisce ad aumenti del livello dei prezzi delle merci per un determinato periodo di tempo. L’aumento del livello dei prezzi significa che la valuta in una data economia perde potere d’acquisto (cioè, meno può essere acquistato con la stessa quantità di denaro).. Un aumento dell’inflazione è considerato l’indicatore principale di un’economia surriscaldata, che può essere il risultato di lunghi periodi di crescita economica. La politica riduce l’offerta di moneta nell’economia per evitare speculazioni eccessive e investimenti di capitale insostenibili.

Una politica monetaria contrattiva è generalmente intrapresa da una banca Centraleriserva federale (Fed)La Federal Reserve è la banca centrale degli Stati Uniti ed è l’autorità finanziaria dietro la più grande economia di libero mercato del mondo. o un’autorità di regolamentazione simile. La banca centrale di solito fissa un obiettivo per il tasso di inflazione e utilizza la politica monetaria contrattiva per raggiungere l’obiettivo.

Strumenti per una politica monetaria contrattiva

Ogni politica monetaria utilizza lo stesso insieme di strumenti. I principali strumenti della politica monetaria sono i tassi di interesse a breve terminetasso di interesseun tasso di interesse si riferisce all’importo addebitato da un creditore a un mutuatario per qualsiasi forma di debito dato, generalmente espresso in percentuale del capitale., obblighi di riserva e operazioni di mercato aperto. Una politica monetaria contrattiva utilizza le seguenti variazioni di questi strumenti:

1. Aumentare il tasso di interesse a breve termine (tasso di sconto)

I tassi di interesse sono il principale strumento di politica monetaria di una banca centrale. Le banche commerciali di solito possono prendere prestiti a breve termine dalla banca centrale per far fronte a carenze di liquidità a breve termine. In cambio dei prestiti, la banca centrale addebita il tasso di interesse a breve termine.

Al fine di ridurre l’offerta di moneta, la banca centrale può scegliere di aumentare il costo del debito a breve termine aumentando il tasso di interesse a breve termine. L’aumento dei tassi di interesse interesserà anche i consumatori e le imprese dell’economia come banca commercialebanche di stop negli Stati UNITisecondo la Federal Deposit Insurance Corporation degli Stati Uniti, c’erano 6.799 banche commerciali assicurate dalla FDIC negli Stati Uniti a febbraio 2014. La banca centrale del paese è la Federal Reserve Bank, che è entrato in esistenza dopo il passaggio della Federal Reserve Act nel 1913 alzerà i tassi di interesse che fanno pagare ai loro clienti.

2. Aumentare gli obblighi di riserva

Le banche commerciali sono obbligate a detenere l’importo minimo delle riserve presso la banca centrale e il caveau di una banca. Un aumento dell’importo di riserva richiesto diminuirebbe l’offerta di moneta nell’economia.

3. Espandere le operazioni di mercato aperto (vendere titoli)

La banca centrale partecipa alle operazioni di mercato aperto vendendo e acquistando titoli di Stato. La banca centrale può ridurre il denaro circolato nell’economia vendendo grandi porzioni dei titoli di statoil tesoro (T-Bills)I buoni del Tesoro (o T-Bills in breve) sono uno strumento finanziario a breve termine emesso dal Tesoro degli Stati Uniti con periodi di scadenza che vanno da pochi giorni fino a 52 settimane (un anno). Sono considerati tra gli investimenti più sicuri poiché sono sostenuti dalla piena fede e credito del governo degli Stati Uniti. titoli di Stato) agli investitori.

Effetti di una politica monetaria di contrazione

Una politica monetaria di contrazione può avere effetti generali su un’economia. I seguenti effetti sono i più comuni:

1. Inflazione ridotta

Il livello di inflazione è l’obiettivo principale di una politica monetaria contrattiva. Riducendo l’offerta di moneta nell’economia, i politici stanno cercando di ridurre l’inflazione e stabilizzare i prezzi nell’economia.

2. Rallentare la crescita economica

Ridurre l’offerta di moneta di solito rallenta la crescita economica. Man mano che l’offerta di moneta nell’economia diminuisce, gli individui e le imprese in genere fermano i grandi investimenti e le spese in conto capitale e le aziende rallentano la loro produzione.

3. Aumento della disoccupazione

Un effetto collaterale indesiderato di una politica monetaria contrattiva è un aumento della disoccupazione. Il rallentamento economico e la minore produzione fanno sì che le aziende assumano meno dipendenti. Pertanto, la disoccupazione nell’economia aumenta.

Letture Correlate

TRIBUNALE di primo grado offre la Modellazione Finanziaria & Valuation Analyst (FMVA)™FMVA® CertificationJoin 350,600+ studenti che lavorano per le aziende, come Amazon, J. P. Morgan, e la Ferrari programma di certificazione per coloro che cercano di prendere la loro carriera al livello successivo. Per continuare a imparare e far progredire la tua carriera, saranno utili le seguenti risorse CFI:

  • Indicatori economiciindicatori economiciun indicatore economico è una metrica utilizzata per valutare, misurare e valutare lo stato generale di salute della macroeconomia. Indicatori economici
  • Prodotto interno lordo (PIL)Prodotto interno lordo (PIL)Il prodotto interno lordo (PIL) è una misura standard della salute economica di un paese e un indicatore del suo tenore di vita. Inoltre, il PIL può essere utilizzato per confrontare i livelli di produttività tra i diversi paesi.
  • StagflationStagflationStagflation è un evento economico in cui il tasso di inflazione è alto, il tasso di crescita economica rallenta e la disoccupazione rimane costantemente elevata. Questa combinazione sfavorevole è temuto e può essere un dilemma per i governi, dal momento che la maggior parte delle azioni progettate per ridurre l’inflazione può aumentare i livelli di disoccupazione
  • Alimentazione e DemandSupply e DemandThe leggi della domanda e dell’offerta sono concetti microeconomici che stato che in mercati efficienti, la quantità offerta di un bene e la quantità domandata di quel bene sono uguali tra loro. Il prezzo di quel bene è anche determinato dal punto in cui l’offerta e la domanda sono uguali tra loro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *