Matteo 18: 22

Gesù gli disse: “Non ti dico sette volte, ma settanta volte sette!

Perdono infinito

Pietro aveva appena chiesto quante volte avrebbe dovuto perdonare suo fratello e suggerito sette volte (Matt. 18:21), pensando che sia piuttosto pio, dato che il numero degli Ebrei di perdonare qualcuno era normalmente tre volte, così Peter pensò: “Ehi, esaminerò anche ciò che gli ebrei richiedono.”Ma Gesù corresse Pietro e gli disse” settanta volte sette.”Questo non significava che Peter, e noi per quella materia, dovrebbe tenere una lista di controllo e quando il numero raggiunge 490 volte è così! No, il numero sette è tipicamente usato per il numero di completamento nella Bibbia, quindi Gesù stava dicendo che dovremmo perdonare le persone un numero infinito di volte e farlo perfettamente o completamente. Considera quanto siamo stati perdonati, e poi pensa a quanto dobbiamo perdonare gli altri; non è una gara. Siamo stati perdonati in modo esponenziale più di quanto potremmo mai perdonare gli altri in un milione di vite.

Dio tiene il conto?

Non credo che Dio tenga conto dei nostri peccati perché per prima cosa, il numero sarebbe enorme. Dio dice che Egli ci perdona di tutti i nostri peccati (1 Giovanni 1: 9) e poi questo è tutto. Prende i nostri peccati e li rimuove da noi fino a quando l’oriente è dall’occidente, che, a proposito, non si incontrano mai (Salmo 103:12). Sono contento che non sia nord e sud perché si incontrano all’equatore, ma l’est e l’ovest vanno avanti per l’infinito, che è il numero di volte in cui Dio ci perdonerà. E sono troppi per essere contati.

Non contate

Se pensiamo a quanto Dio ci ha perdonato e a quei peccati ancora davanti a noi, come possiamo contare sulle volte in cui il nostro fratello o la nostra sorella peccano contro di noi? Ricordate la parabola del servo spietato o spietato (Matt. 18:21-35)? Il primo servo aveva pagato il suo debito, che era così enorme che non l’avrebbe pagato in vita sua, ma il padrone lo perdonava ancora. Poi il servo che doveva una quantità enorme rifiutato di perdonare qualcuno che doveva un debito molto piccolo a lui che avrebbe potuto facilmente essere pagato in un brevissimo lasso di tempo. Il servo che aveva il debito più grande perdonato rifiutò di perdonare colui che doveva solo un po’. Quando il maestro seppe di questo, prese il servo spietato e lo gettò in prigione. Il punto è che dobbiamo perdonare tutto ai nostri fratelli e sorelle e che il debito può essere facilmente pagato, quindi non dovremmo tenere il conto dei loro peccati. Tuttavia, il debito che dovevamo era troppo grande per noi per pagare mai fuori in un milione di vite, ma è stato perdonato. Quante volte Dio ti ha perdonato? Probabilmente troppi per contare, giusto? Ora, quante volte dobbiamo perdonare i nostri fratelli e sorelle quando peccano contro di noi? Tutte le volte che peccano contro di noi!

Una preghiera di chiusura

Grande Dio misericordioso, grazie per aver tolto tutti i nostri peccati. Non riesco a capire come ti sia piaciuto ferirlo per amor nostro (Isaia 53) in modo che potessimo diventare la giustizia di Cristo (2nd Cor 5:21) e ancora più sorprendente considerando che è morto per noi mentre ancora nemici e peccatori malvagi (Rm 5:8, 10) quindi nel prezioso nome di Gesù Vi ringrazio.

Amen

Ripubblicato dal promotore di post di blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *