COLLEGE STATION, Tex. – Può essere difficile capire il fascino di immergere la mano in un mucchio di vermi contorcersi. Ma la sensazione è unicamente tattile, per niente sgradevole, come migliaia di larve morbide e paffute, ciascuna delle dimensioni di un chicco di riso, si contorcono contro la pelle, piccoli bocconi che colpiscono delicatamente la carne.

Per Lauren Taranow e i suoi dipendenti, è solo un altro giorno di lavoro.

Taranow è il presidente di Symton BSF, dove le larve delle mosche soldato nero vengono raccolte e vendute come cibo per animali esotici come lucertole, uccelli, persino ricci. La sua “fattoria di vermi”, come la modella, fa parte di un’industria fiorente, che ha il potenziale per rivoluzionare il modo in cui nutriamo il mondo. Ciò è dovuto alla notevole capacità della larva di black soldier fly di trasformare quasi ogni tipo di rifiuto organico — rifiuti da mensa, letame, persino alghe tossiche — in proteine di alta qualità, il tutto lasciando un’impronta di carbonio più piccola di quella trovata.

In un anno, un singolo acro di larve di mosca soldato nero può produrre più proteine di 3.000 acri di bestiame o 130 acri di soia. Tali rendimenti, combinato con la necessità di trovare a buon mercato, proteine affidabili per una popolazione globale proiettata a saltare il 30 per cento, a 9,8 miliardi entro il 2050, presentano grande opportunità per la mosca soldato nero. Le Nazioni Unite, che già avverte che le diete ricche di animali non possono allungare così a lungo termine, stanno incoraggiando i governi e le imprese a rivolgersi agli insetti per soddisfare il fabbisogno proteico del pianeta.

Le persone che hanno visto ciò che le larve di mosca soldato nero possono fare spesso parlano di loro in toni evangelici. Jeff Tomberlin, professore di entomologia presso la Texas A & M University, ha detto che l’industria bug potrebbe ” salvare vite umane, stabilizzare le economie, creare posti di lavoro e proteggere l’ambiente.”

” Non c’è motivo per cui non dovremmo farlo su una certa scala in tutto il mondo”, ha detto.

Quindi perché non lo siamo?

Jonathan A. Cammack, chief Operating officer di Evo Conversion Systems, mostra le larve di mosca soldato nero essiccate presso la struttura dell’azienda. (Loren Elliott per il Washington Post)

Quando le luci a LED sono accese nella stanza di riproduzione delle mosche ai sistemi di conversione Evo, il ronzio di migliaia di piccole ali riempie l’aria mentre le mosche si avvicinano ai loro recinti schermati in cerca di un compagno. Evo, che è stata fondata da Tomberlin, condivide un muro con Symton. Le aziende sono separate ma simbiotiche: Evo schiude le larve di mosca e le vende a Symton, che le ingrassa su una miscela di cereali proprietaria che garantisce un’alimentazione ottimale per gli animali che alla fine li consumeranno.

Le mosche adulte assomigliano a piccole vespe nere, meno un pungiglione, e sono generalmente innocue per gli esseri umani. Dopo che si sono accoppiati, le femmine depositano frizioni di diverse centinaia di uova in piccoli pezzi di cartone ondulato. I dipendenti Evo raccolgono il cartone e lo depositano in barattoli di vetro per incubare. Diversi giorni dopo, una covata di vermi — ciascuno non più grande di un granello di pepe — si schiude.

Gli entomologi conoscono la promessa del soldato fly da decenni. I ricercatori hanno proposto di utilizzarli per convertire il letame in proteine già nel 1970. Ma allevarli a qualsiasi cosa si avvicini a una scala commerciale sembrava un vicolo cieco: nessuno sapeva come ottenere mosche in cattività per accoppiarsi e depositare le uova in modo affidabile.

Che è cambiato nel 2002 con la pubblicazione di un articolo di Tomberlin, il suo consigliere D. Craig Sheppard e altri, che ha descritto un sistema per allevare gli insetti in cattività. La chiave, hanno scoperto, era trovare la miscela precisa di temperatura, umidità e, soprattutto, illuminazione per stimolare le mosche a riprodursi.

Prima del giornale, “la gente pensava che fossimo pazzi” per aver cercato di far crescere le mosche dei soldati, ha detto Tomberlin. Il fatto che la tecnologia per coltivare correttamente le colonie di mosche non esistesse nemmeno 20 anni fa sottolinea quanto sia nuovo il settore, ha aggiunto.

Una larva di mosca soldato nero può consumare il doppio del suo peso nel cibo ogni giorno. Nel suo viaggio di 14 giorni dalla schiusa alla pupa, una singola larva crescerà di quasi un pollice e aumenterà il suo peso di un fattore di 10.000. Questo è simile a un bambino di otto chili che si gonfia alle dimensioni di una megattera di 40 tonnellate. Si abbuffano per immagazzinare sostanze nutritive per la loro durata di due settimane da adulti, quando in genere non mangiano nulla.

Le larve di Evo banchettano con cereali esauriti provenienti da una manciata di distillerie e birrerie del Texas, fino a 15 tonnellate al mese. Nathan Barkman della distilleria Rio Brazos ha detto che Evo elimina quasi la metà della produzione settimanale di rifiuti della sua azienda. È caldo, bagnato, altamente acido e appiccicoso — “come la lava”, ha detto — rendendo difficile lo smaltimento. Le compagnie sanitarie locali non lo accetteranno. Gli allevatori di maiali a volte lo faranno, ma le fattorie più vicine sono miglia fuori città, e nessuno vuole guidare la poltiglia di grano fuso così lontano.

Le mosche, tuttavia, lo adorano. ” Sono generalisti”, ha detto Tomberlin, e mangiano qualsiasi cosa. Letame di maiale? Controllare. Rifiuti umani? Controllare. Avanzi di cibo? Controllare. Gli unici materiali organici con cui non hanno avuto fortuna sono ossa, capelli e scorze di ananas, ha detto.

La loro capacità di divorare rapidamente i rifiuti ha ispirato una serie di applicazioni commerciali. Un programma pilota presso la Louisiana State University distribuisce una piccola colonia di mosche soldato per consumare il cibo che i suoi studenti lanciano in una sala da pranzo. L’entomologo che supervisiona il progetto spera che sarà ampliato per eliminare tutti gli sprechi alimentari del campus entro la fine dell’anno. In Cina, impianti giganti di proprietà di una società chiamata JM processo verde almeno 50 tonnellate di rifiuti alimentari al giorno con l’aiuto di mosche soldato nero.

Utilizzare le larve per eliminare gli sprechi alimentari a questa scala potrebbe essere un punto di svolta ecologico. Un rapporto delle Nazioni Unite del 2011 ha dettagliato come il cibo in decomposizione emette milioni di tonnellate di anidride carbonica nell’atmosfera, che rappresentano circa il 7% delle emissioni mondiali di gas serra. Ma quando i vermi consumano rifiuti alimentari, prendono tutto quel carbonio con loro.

Le mosche dei soldati sono “dove il carbonio va a morire”, ha detto Tomberlin. “Entra in questo sistema e esce dall’altra parte come tutti questi ingredienti benefici.”

Come cibo per animali.

Evo Conversion Systems schiude le larve di mosca e le vende a Symton BSF, che le ingrassa per raccoglierle e distribuirle come mangime per animali. Le aziende sono separate ma simbiotiche e condividono un edificio a College Station.

Jeff Tomberlin, il direttore dei sistemi di conversione Evo e un professore di entomologia presso il Texas A & M University, visualizza soldato nero vola il mese scorso dalla colonia vicino al suo ufficio.

Le mosche soldato nere confezionate su Symton BSF sono pronte per la distribuzione. (Foto di Loren Elliott per il Washington Post)

TOP: Evo Conversion Systems schiude le larve di mosca e le vende a Symton BSF, che le ingrassa per raccoglierle e distribuirle come mangime per animali. Le aziende sono separate ma simbiotiche e condividono un edificio a College Station. IN BASSO A SINISTRA: Jeff Tomberlin, il direttore dei sistemi di conversione Evo e un professore di entomologia presso il Texas A & M University, visualizza soldato nero vola il mese scorso dalla colonia vicino al suo ufficio. IN BASSO A DESTRA: le mosche soldato nero confezionate a Symton BSF sono pronte per la distribuzione. (Foto di Loren Elliott per il Washington Post)

Nell’ingresso di Symton siede un camaleonte scontroso di nome Eugene che è incline a sibilare ai visitatori che si avvicinano troppo. C’è anche un geco leopardo dal carattere dolce che passa la maggior parte della sua giornata a sonnecchiare sotto una roccia. Appeso al soffitto è una pianta asiatica brocca in vaso, le sue lunghe coppe carnose penzoloni sopra i bordi della pentola, fauci agape.

Il camaleonte, il geco e la pianta del lanciatore hanno una cosa in comune: mangiano mosche soldato.

Una delle prime applicazioni commerciali per le larve di mosca soldato era come mangime vivo per rettili da compagnia. Il mercato dei rettili è decollato nel 1990, ha detto David Fluker, un agricoltore di cricket di seconda generazione e proprietario di Fluker Farms a Port Allen, La., dopo il film “Jurassic Park” (1993) ha suscitato interesse per i dinosauri e l’entusiasmo per le loro approssimazioni più raggiungibili.

“I rettili erano ragionevolmente popolari, ma dopo sono andati via”, ha detto.

Grilli e vermi della farina — allevati per decenni nel sud — est americano, prima come esca per i pescatori-erano stati a lungo i pilastri gemelli dell’industria alimentare delle lucertole. Il problema, però, è che non possono soddisfare il fabbisogno di calcio dei rettili. Ciò significa che i proprietari di animali domestici devono spolverare il mangime vivo con il minerale per proteggersi dalla carenza di calcio, che può causare tremori, convulsioni e persino la morte.

La mosca soldato risolve questo problema. Il consigliere di Tomberlin, Sheppard, ha scoperto che sono estremamente ricchi di calcio — 50 volte di più per grammo rispetto ai vermi della farina e ai grilli. Nel giro di pochi anni, entro il 2006, si è assicurato un marchio per utilizzare le larve di mosca soldato come mangime per gechi, draghi barbuti e altri rettili. Poco dopo, altre aziende di alimenti per animali più affermate sono entrate nel mercato con i propri marchi soldier fly.

Symton è uno dei più recenti entranti in quel mercato. La società del Texas occupa diverse migliaia di piedi di spazio di magazzino commerciale e ha circa una dozzina di dipendenti. È già redditizio e in rapida crescita: la produzione di larve è raddoppiata negli ultimi sei mesi, fino a 2 milioni a settimana.

La maggior parte della magia avviene in una stanza singola piena di rack di vasche di plastica aperte. Ogni contenitore contiene migliaia di larve in varie fasi di sviluppo, felicemente sgranocchiare la loro strada attraverso mucchi di poltiglia di grano appositamente formulati.

La presidente di Symton BSF Lauren Taranow in una sala di allevamento presso la struttura dell’azienda a College Station. (Loren Elliott per il Washington Post)

Poiché la coltivazione di soldier fly è così nuova, ci sono stati molti tentativi ed errori per portare l’azienda dove è oggi, ha detto Taranow. I ricercatori hanno dovuto calcolare la giusta combinazione di cibo e umidità (la produzione di cricket, al contrario, è così consolidata che è possibile acquistare chow di cricket commerciale in sacchetti da 40 libbre). Hanno dovuto bloccare il corretto rapporto grub-to-feed, così come la temperatura precisa, illuminazione e umidità, necessari per garantire larve raggiunto la dimensione desiderata. Se qualche variabile è fuori di colpo, l’intera colonia può bloccarsi.

Un’altra sfida per gli agricoltori soldato fly è che le larve sono sorprendentemente malizioso. Un grub bagnato può scalare qualsiasi superficie, dal legno al vetro, quindi i coltivatori devono mantenere livelli di umidità specifici per impedire loro di diventare umidi, sfuggire ai loro confini e generalmente correre amok. Un gruppo di larve secche lasciate sole in un recinto senza cibo si riunirà in un angolo, accumulando in stile “World War Z”fino a quando non saranno abbastanza alte da permettere ai loro compatrioti di fuggire. Symton risolto questo problema, in parte, accumulando poltiglia bagnato al centro dei loro bidoni con un fossato di materiale secco lungo i bordi per evitare la fuga.

Dopo aver raggiunto la dimensione desiderata, le larve vengono setacciate, pesate e versate in contenitori di plastica e quindi spedite in tutto il paese. Un sottoprodotto del processo è frass-il termine scientifico per escrementi di insetti. Symton produce scads della roba, che si accumula al di fuori della struttura e dona ai paesaggisti locali per l’uso come compost.

Un acro di terra utilizzato per allevare colonie di mosche soldato può produrre più di 130.000 chili di proteine all’anno, secondo varie stime peer-reviewed. Quello è parecchi ordini di grandezza maggiori del rendimento della proteina per-acro del bestiame (circa 40 libbre), della soia (950 libbre) o dei polli (1.800 libbre).

“Le larve di mosca del soldato nero possono produrre mille pieghe più proteine rispetto agli animali terrestri o ad altre piante”, ha affermato Liz Koutsos, amministratore delegato di EnviroFlight, con sede nel Kentucky, che solleva le larve di mosca del soldato utilizzate nelle farine proteiche per le operazioni commerciali di pesce e pollame. Le rese sono così alte perché le colonie di mosche soldato possono essere impilate verticalmente, da cinque a 10 per piano, in un modo che non è possibile con bestiame o colture da campo. Le larve a crescita rapida possono anche essere raccolte decine di volte all’anno.

EnviroFlight, come Evo, alimenta le sue larve sottoprodotti dell’industria della distillazione. Quando le larve raggiungono la grandezza naturale, vengono raccolte, essiccate in forni industriali e trasformate in un pasto ricco di proteine e olio. La tecnologia si sta muovendo così rapidamente, tuttavia, che i regolatori stanno avendo difficoltà a tenere il passo.

Black soldier fly meal ha ottenuto solo l’approvazione come mangime per pesci e pollame nel 2018. Koutsos ha detto EnviroFlight e aziende come Enterra in Canada e Protix nell’Unione europea stanno lavorando per ottenere l’approvazione normativa per l’utilizzo del pasto negli alimenti per altri animali, tra cui suini e persino cani e gatti.

L’idea è di togliere pressione alle fonti tradizionali di farina proteica, come il pesce. Circa un quarto del raccolto della pesca marina viene trasformato in cibo per animali d’allevamento, tra cui pesci, maiali e pollame. Più del 90 per cento di queste attività di pesca sono o completamente sfruttate o sovrasfruttate, il che significa che man mano che la popolazione mondiale cresce, ci sarà più domanda di fonti proteiche alternative.

“Non c’è dubbio che il pasto sia molto più costoso in questo momento della farina di pesce”, ha detto Koutsos. Ma la farina di pesce sta diventando più costosa e la tecnologia soldier fly sta diventando più economica. L “obiettivo, lei disse, è” di essere pari o inferiore farina di pesce in cinque anni.”

” Venti anni fa, avrei riso ” all’idea di nutrire il mondo con insetti, ha detto Fluker, il contadino di cricket della Louisiana. Recentemente si è ampliato nella produzione di soldier fly e ha scoperto che le larve mangeranno la frass prodotta dai suoi milioni di grilli. Ha detto che considera l’allevamento di insetti come “un collegamento vitale per sostenere i bisogni di mangimi del mondo.”

L’economia è abbastanza promettente che le grandi aziende agricole stanno entrando nel mercato delle proteine degli insetti. Cargill, il gigante agricolo del Minnesota, proprio il mese scorso ha annunciato una partnership con la società biotech francese InnovaFeed per produrre mangimi per pesci a base di larve di mosca soldato nero.

“I mangimi proteici per insetti possono essere una soluzione e una fonte rinnovabile di proteine per nutrire i pesci e, in definitiva, nutrire il mondo”, ha dichiarato Maye Walraven, responsabile del business development di InnovaFeed, in un video che annuncia la partnership.

L’ONU concorda: prevede in un rapporto del 2013 che l’allevamento di insetti dovrebbe svolgere un ruolo chiave — sia come mangime per animali che per nutrire le persone — se il mondo verrà nutrito in modo sostenibile nei prossimi decenni.

Taranow indossa leggings personalizzati con larve di mosca soldato nero stampate su di essi.

Cammack e Evo Sistemi di conversione site manager Amy Dickerson, fuori dal telaio, ispezionare soldato nero volare larve. (Foto di Loren Elliott per il Washington Post)

SINISTRA: Taranow indossa leggings personalizzati con larve di mosca soldato nero stampate su di loro. DESTRA: Cammack e Evo Sistemi di conversione responsabile del sito Amy Dickerson, fuori dal telaio, ispezionare soldato nero volare larve. (Foto di Loren Elliott per il Washington Post)

Torna a Symton, Taranow apre un paio di larve di mosca soldato essiccate al forno nella sua bocca. “Onestamente, hanno un sapore come i Fritos”, ha detto.

Hanno un piacevole, neutro, sapore di nocciola per loro. Slather loro in polvere ranch o barbecue condimento ed è facile immaginare borse di loro volare via dagli scaffali in fermate di camion e negozi di alimentari.

Le larve essiccate hanno anche un vantaggio rispetto ad altri insetti commestibili — come, ad esempio, le chapuline del Messico — in quanto non sembrano davvero insetti. Hanno poche caratteristiche buggy identificabili – senza gambe per rimanere bloccati nei denti, senza occhi per fissarti. Sarebbe abbastanza facile scambiarli per una sorta di grano esotico.

Quasi 2 miliardi di persone in tutto il mondo includono già insetti nelle loro diete, secondo il rapporto 2013 delle Nazioni Unite. Snack a base di insetti sono comunemente visti nei mercati all’aperto in luoghi come la Thailandia e la Cina, per esempio.

La pratica non ha preso piede in Europa o negli Stati Uniti, in parte, a causa di atteggiamenti culturali di lunga data verso gli insetti. Questo è un po ‘ sconcertante, considerando che molti occidentali consumano felicemente cibi come granchi e aragoste, che sono in realtà solo insetti marini giganti.

” Penso assolutamente che ci saranno applicazioni nel mercato alimentare umano”, ha detto Koutsos di EnviroFlight. “La sfida è superare il fattore rabbrividire.”

Un potenziale percorso verso il consumo umano è attraverso polveri proteiche a base di insetti, che possono essere mescolate con altri alimenti, riducendo così il fattore ick. Diverse aziende stanno già facendo questo con i grilli.

“C’è stato un grande sforzo messo in farina di cricket o vermi della farina per ingredienti proteici per tutto, dalla pasta ai biscotti alle patatine”, ha detto Tomberlin.

Si aspetta che soldier fly protein segua un percorso simile. “Quando camminerai in queste strutture nei prossimi 10 anni, guarderemo indietro a questa era e diremo che stavamo appena iniziando.”

I consumatori americani abbracceranno mai le proteine a base di insetti? Vent’anni fa, come diceva Fluker, l’idea sarebbe stata risibile. Ma oggi, nell’era del Whopper vegetariano, la porta è aperta.

Il soldato nero vola attaccato a una trappola a nastro nei sistemi di conversione Evo. (Loren Elliott per il Washington Post)

Design di Clare Ramirez. Fotoritocco di Annaliese Norimberga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *